Bonus Letta: sconto fiscale per acquisto mobili, ristrutturazione e riqualificazione energetica

il bonus letta per la restrutturazioneIl governo Letta ha varato la normativa che prevede la proroga fino al 31 dicembre 2013 dello sconto fiscale. L’importo detraibile è pari al 50% per le spese sostenute negli interventi di ristrutturazione e al 65% per quelli di riqualificazione energetica degli immobili. Il bonus si estende anche alla messa in sicurezza dell’edificio e all’acquisto degli arredi.

Condizioni per usufruire del bonus

Per essere riconosciuti beneficiari del bonus è necessario fornire la documentazione attestante le spese sostenute entro il 31 dicembre 2013. Tutti i pagamenti dovranno essere effettuati attraverso bonifico e recare una chiara dicitura di causale, codice fiscale di chi effettua il pagamento e di chi lo riceve (in alternativa alla partita iva). Per quanto concerne l’acquisto dei mobili, l’importo massimo detraibile è pari al 50% della spesa, fino ad un massimo di 10.000 euro (lo sconto non può quindi essere superiore a 5.000 euro). E gli arredi devono essere in linea con gli ambienti ristrutturati (nel caso di interventi per il rinnovo del bagno, non potrà essere detratta la spesa relativa all’acquisto dei mobili della cucina). La detrazione è da considerarsi per unità abitativa: chi possiede più immobili da ristrutturare, può chiedere per ciascuno di esso il massimo del bonus previsto. Una volta riconosciuta la sussistenza dei requisiti per ottenere l’agevolazione fiscale, questa sarà dilazionata in dieci anni attraverso rate di valore costante.

Il momento giusto per intervenire sull’immobile

Le condizioni stabilite dal decreto Letta sono estremamente vantaggiose per intervenire sugli edifici di proprietà che necessitano di riqualificazione. La norma rappresenta un’ottima occasione per migliorare l’efficienza energetica dell’immobile, fino a raggiungere la tipologia d’eccellenza di “edifici a energia quasi zero” che potranno garantire nel futuro notevoli risparmi in bolletta. Se non si possiedono abbastanza fondi da utilizzare per le attività di ristrutturazione ma si vorrebbe approfittare della generosa detrazione fiscale, questo potrebbe essere il momento giusto per rivolgersi agli istituti di credito ed ottenere i finanziamenti necessari a fronteggiare le spese degli interventi da eseguire. Molti gruppi bancari come IBL Banca offrono soluzioni di mutuo perfettamente personalizzabili, collegandosi al sito dell’istituto di credito, è possibile conoscere ulteriori informazioni sui finanziamenti di IBL Banca
.

Immagine: Torbz – FotoliaSimilar Posts: